TRASFORMAZIONE RADICALE IMPIANTO FRENANTE

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Re: TRASFORMAZIONE RADICALE IMPIANTO FRENANTE

Messaggio Da EnergyHide° il Ven Mar 27, 2009 7:12 pm

AKRO ha scritto:non ci siamo capiti. per legge tu richiedi il nulla-osta, e se te lo danno monti e fai la visita in motorizzazione. sia che siano cerchi, sia che siano freni, sia che siano tutte quelle parti scritte nell'articolo 72.

Si infatti, presumo che non ci siamo capiti:

Per quanto riguarda il milleproroghe, e la legge attuale, mi permetto di citare il seguente articolo:

http://www.uiga.it/articolo.asp?articolo=1251

A My Special Car Show la prima valutazione dell'impatto della liberalizzazione

Con la conversione in legge del decreto Milleproroghe è arrivata la liberalizzazione del tuning. Si tratta di un provvedimento molto atteso dagli appassionati dei motori e dagli operatori del settore della personalizzazione dell'auto.
Per tuning si intende la modifica di un veicolo rispetto agli standard della produzione di serie al fine di migliorarne le prestazioni, la manovrabilità o l'estetica.
Se la modifica comporta variazioni alle caratteristiche funzionali o costruttive ovvero ai dispositivi di equipaggiamento indicati dall'art.71 e 72 del Codice della strada oppure se si sostituisce o si modifica il telaio, la normativa in vigore prevede che il veicolo venga sottoposto a visita e prova presso gli uffici competenti della Motorizzazione Civile.
Perchè la modifica venga approvata, per i casi più importanti, specificati dal secondo comma dell'art.236 del Regolamento di esecuzione del Codice della strada, occorre il preventivo nulla osta della casa costruttrice. (aggiungo io, il Nulla Osta non dà assolutamente la certezza dell'omologazione, in quanto come sempre è prevista la visita e prova in motorizzazione e le relative certificazioni sui lavori)
Il decreto Milleproroghe innova proprio con riferimento a quest'ultimo aspetto.
Il decreto dispone, infatti, che il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti stabilisce conpropri decreti norme specifiche per l'approvazione nazionale dei sistemi, componenti ed entità tecniche, nonché le idonee procedure per la loro installazione quali elementi di sostituzione o di integrazione di parti di veicoli su tipi di autovetture e motocicli nuovi o in circolazione.
I sistemi, componenti ed entità tecniche per i quali siano stati emanati i suddetti decreti contenenti le norme specifiche per l'approvazione nazionale degli stessi, sono esentati dalla necessità di ottenere l'eventuale nulla osta della casa costruttrice del veicolo‰, nulla osta contemplato, come si è detto, dal già citato secondo comma dell'art. 236 del Regolamento di esecuzione del Codice della strada.
In pratica la normativa vigente in materia di tuning resta valida finché non verranno emanati i decreti previsti dalla modifica introdotta col Milleproroghe che, per la materia che disciplineranno, elimineranno la necessità del nulla osta preventivo della casa costruttrice. Non è poco in quanto il nulla osta è assai difficile da ottenere anche perchè le case finiscono per assumersi responsabilità su componenti che non hanno né progettato, né prodotto, né previsto per i loro autoveicoli.
Perchè la riforma vada a regime occorre dunque che il Ministero cominci a regolamentare con appositi decreti i diversi aspetti che possono interessare il tuning. Quando ciò accadrà, ed è auspicabile che avvenga nei tempi più brevi possibili, la prassi della personalizzazione dell'auto potrà avere indubbiamente un notevole impulso. Non solo, vi sarà anche un altro effetto positivo. Dovrebbero ridursi molto anche i casi di tuning eseguito senza rispettare la normativa vigente e quindi con potenziale pregiudizio della sicurezza stradale.


Visto quanto sopra, quello che ho scritto più su, "Per la legge in vigore, una modifica del genere obbliga a riomologare la vettura come unico esemplare... oltre lo sbattimento, la spesa è indubiamente elevata" significa, che per la legge in vigore, esclusa la questione nulla osta che è una chimera, omologare un veicolo con caratteristiche tecniche uniche equivale ad omologare un veicolo come esemplare unico.
Tu paragoni un set di cerchi ad un impianto frenante e questo non è corretto, infatti, l'articolo 236 riguarda ben altre cose, come il numero di assi, l'aumento della potenza massima ecc... per cui, se mi rispondi "basta il nulla osta" sinceramente mi rispondi in maniera un po superficiale, perchè sai benissimo che il nulla osta non viene rilasciato e per tale ragione che ho parlato di esemplare unico.

cit art 236
. Ogni modifica riguardante uno dei seguenti elementi:
a) la massa complessiva massima;
b) la massa massima rimorchiabile;
c) le masse massime sugli assi;
d) il numero di assi;
e) gli interassi;
f) le carreggiate;
g) gli sbalzi;
h) il telaio anche se realizzato con una struttura portante o equivalente;
i) l'impianto frenante o i suoi elementi costitutivi;
l) la potenza massima del motore;

m) il collegamento del motore alla struttura del veicolo, è subordinata al rilascio, da parte della casa costruttrice del veicolo, di apposito nulla-osta, salvo diverse o ulteriori prescrizioni della casa stessa.
Qualora tale rilascio non avvenga per motivi diversi da quelli di ordine tecnico concernenti la possibilità di esecuzione della modifica, il nulla-osta può essere sostituito da una relazione tecnica, firmata da persona a ciò abilitata, che attesti la possibilità d'esecuzione della modifica in questione. In tale caso deve essere eseguita una visita e prova presso l'ufficio della Direzione generale della M.C.T.C. competente in base alla sede della ditta esecutrice dei lavori, al fine di accertare quanto attestato dalla relazione predetta, prima che venga eseguita la modifica richiesta.

3. L'aggiornamento dei dati interessati dalla modifica viene eseguito dall'ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C. cui sia esibito il certificato d'approvazione definitivo della modifica eseguita, oppure dall'ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C. che ha proceduto all'ultima visita e prova con esito favorevole. Tale aggiornamento ha luogo mediante l'emissione di un duplicato della carta di circolazione, i cui dati vanno variati o integrati conseguentemente alla modifica approvata.

4. La Direzione generale della M.C.T.C. definisce le competenze dei propri uffici periferici, tenuto anche conto della necessità di distribuzione dei carichi di lavoro e delle possibilità operative degli uffici stessi, nonché delle particolari collocazioni territoriali delle ditte costruttrici o trasformatrici.


Per cui, quello che o evinco dalla legge in vigore è che:

-per omologare alcune componenti è necessaria sia la presenza del nulla osta, sia la presenza di un certificato di corretta installazione, sia la idoneità alla visita e prova in Motorizzazione, per cui il nulla osta non da nessuna garanzia.
-per omologare aumenti di potenza (apparte kit prodotti espressamente dalla casa) o aumento del numero di assi o modifiche al telaio o ai freni ecc.. servirebbe anche il nulla osta, ma il nulla osta non viene naturalmente rilasciato.
-per cui l'unica strada per omologare un mezzo con caratteristiche uniche è ottenere certificazioni e relazioni tecniche di un ingeniere abilitato, la esecuzione di lavoro documentato e certificato presso autoofficine specializzate e come al solito la visita e prova in motorizzazione.. questo costa, questo non è semplice, e quanto è un gran sbattimento he potrebbe avere esiti negativi.

Quello che si evince dal milleproroghe è che per tutte le componenti indicate nell'articolo 236, è possibile che il governo vari dei decreti con norme tecniche e di collaudo che consentano di omologare quei determinati componenti anche senza il rilascio di un nulla osta, altrimenti il milleproroghe è e rimane un "intenzione" a regolamentare il mondo delle elaborazioni.
Sicuramente tutto ciò avra delle rispercussionmi positive, ma sicuramente anche per le tasche degli ingenieri...
Spero che ora ci siamo capiti.. se devi rispondermi, cortesemente, leggi alla mano.

Bla-ciao

Bla-ciao
avatar
EnergyHide°
FOFISTA IN RODAGGIO
FOFISTA IN RODAGGIO

Numero di messaggi : 24
Località : Olbia
Data d'iscrizione : 18.03.09

http://ilportaledellameccan.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: TRASFORMAZIONE RADICALE IMPIANTO FRENANTE

Messaggio Da maeStro yoda il Ven Mar 27, 2009 7:28 pm

speriamosi limitino ad imporre dei tetti max...
e nn scendano nello specifico.. ricordiamoci che in italia tutto ciò che non è vietato è lecito!..quindi più rimane generale l' attuativo e meglio è

tipo il cerchio può essere max 1" più ampio, e il pneumatico non può essere più piccolo di una "x" misura in base al cerchio montato e blablabla....

e che si riconoscano le omologazioni del TUV..

tanto credetemi che le case costruttici di accessori tuning stanno già tirando l'acqua al proprio mulino..


ora la domanda è.. se io maggioro i dischi o li monto anche dietro, in linea di massima stò portando solo dei benefici alla mia vettura o sbaglio??..
perchè se così fosse dovrebbe essere indiscussa il miglioramento e quindi inutile il collaudo.. (cioè tanto è palese che i freni così sono meglio... più che un controllo alla motorizzazione per vedere se effettivamente è meglio lo farei per vedere se il tutto è stato modificato a regola d'arte o da barboni!)

_________________
^tutto quello che leggete qui sopra, è solo un mio semplice parere^

pochi, mooooolto pochi, ma buoni...
http://www.travian.it/?uc=it5_92466
avatar
maeStro yoda
Admin
Admin

Numero di messaggi : 450
Età : 30
Località : Casteddu
Data d'iscrizione : 03.03.09

http://fordfiestasardegna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: TRASFORMAZIONE RADICALE IMPIANTO FRENANTE

Messaggio Da EnergyHide° il Ven Mar 27, 2009 7:52 pm

maeStro yoda ha scritto:
ora la domanda è.. se io maggioro i dischi o li monto anche dietro, in linea di massima stò portando solo dei benefici alla mia vettura o sbaglio??..
perchè se così fosse dovrebbe essere indiscussa il miglioramento e quindi inutile il collaudo.. (cioè tanto è palese che i freni così sono meglio... più che un controllo alla motorizzazione per vedere se effettivamente è meglio lo farei per vedere se il tutto è stato modificato a regola d'arte o da barboni!)

Le tue speranze sono condivisibili, ma mi aspetto "purtroppo" dei decretti "all'Italiana Very Happy "

Per quanto riguarda la domanda che hai posto, indubbiamente c'è un guadagno a maggiorare tutto l'impianto frenante e ti dico che lo avrei fatto se avessi ancora la fiesta... certo, non è che un disco dietro migliori più di tanto la frenata, perchè la coppia frenante sviluppata da un tamburo è molto simile, ma questo soffre di fading..
Per cui il disco mi consente di effettuare la manutenzione senza problemi, mi evita il problema fading e diciamocela tutta.. è anche più bello da vedere... (probabilmente riduce le masse non sospese)
Purtroppo allo Stato non interessa minimamente che la modifica sia rivolta al miglioramento delle doti dinamiche e di sicurezza, perchè, quando rilascia l'omologazione per una vattura, riotiene che questa sia già sicura di suo per circolare sulle strade e non necessita di upgrade.
Noi, bene o male, sentiamo la necessita di apportare il Nostro tocco e di migliorare le prestazioni, anche alcune volte le peggioriamo lol!
Un esempio è montare cerchi troppo grandi, troppo pesanti, con et esagerati ecc... Noi in questo caso, abbiamo fatto di tutto, meno che migliorare le caratteristiche costruttive della nostra auto...
Non sempre allargare le carreggiate migliora la tenuta di strada, non sempre montare un assetto migliora la tenuta in curva e non sempre aumentare la potenza del motore rende più sicuri i sorpassi...
Ecco perchè è corretto che ci siano delle leggi in proposito, che il mercato non sia libero e sopratutto, si limiti il lavoro di ditte di Tuning che fanno kit fatti con i piedi o installatori disonesti..
Se trovi il meccanico della porta accanto, magari ti monta il kit freni a disco e non serra i dadi con la coppia prescritta, o non usa il frenafiletti.. e... anche se il lavoro sembra fatto bene... Evil or Very Mad in realtà non lo è...
Per cui, se la normativa dovesse prevedere, per esempio, la possibilità di allargare le carreggiate e venissero effettuati dei controlli sulle interferenze della carrozzeria, sugli snodi delle sospensioni, sui silent block ecc.. allora sarei daccordo, anche perchè, un lavoro ben fatto, non può in alcun modo trascurare questi elementi...
Io spero veramente di vedere presto questi decreti, anche io come voi ho la necessità e la voglia di proseguire con la "personalizzazione" anche se la mia è rivolta molto più al telaio e al motore, che all'estetica...
Bla-ciao
avatar
EnergyHide°
FOFISTA IN RODAGGIO
FOFISTA IN RODAGGIO

Numero di messaggi : 24
Località : Olbia
Data d'iscrizione : 18.03.09

http://ilportaledellameccan.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: TRASFORMAZIONE RADICALE IMPIANTO FRENANTE

Messaggio Da maeStro yoda il Ven Mar 27, 2009 8:06 pm

EnergyHide° ha scritto:e non sempre aumentare la potenza del motore rende più sicuri i sorpassi...

questa però l'hai presa dalla pubblicità della saab 93 turbo doppio stadio..

dove dice che 290mila cv rendono più sicuri i sorpassi..
comunque sia quali potrebbero essere secondo te i contro di questa trasformazione dell' impianto frenante?

_________________
^tutto quello che leggete qui sopra, è solo un mio semplice parere^

pochi, mooooolto pochi, ma buoni...
http://www.travian.it/?uc=it5_92466
avatar
maeStro yoda
Admin
Admin

Numero di messaggi : 450
Età : 30
Località : Casteddu
Data d'iscrizione : 03.03.09

http://fordfiestasardegna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: TRASFORMAZIONE RADICALE IMPIANTO FRENANTE

Messaggio Da AKRO il Ven Mar 27, 2009 8:46 pm

energy sei ben informato riguardo la milleproroghe Smile sei per caso iscritto al comitato-tuning?

a me non piace fare post kilometrici, e questo ha causato le nostre incomprensioni. forse un giorno troverò la voglia di scrivere piu delle solite 2 righe e ci capiremo Smile
avatar
AKRO
FOFISTA TRICICLO
FOFISTA TRICICLO

Numero di messaggi : 123
Età : 33
Località : Elmas
Data d'iscrizione : 13.03.09

Torna in alto Andare in basso

Re: TRASFORMAZIONE RADICALE IMPIANTO FRENANTE

Messaggio Da EnergyHide° il Lun Apr 20, 2009 6:18 pm

AKRO ha scritto:energy sei ben informato riguardo la milleproroghe Smile sei per caso iscritto al comitato-tuning?

a me non piace fare post kilometrici, e questo ha causato le nostre incomprensioni. forse un giorno troverò la voglia di scrivere piu delle solite 2 righe e ci capiremo Smile
Devi scusare la mia logorroicità.. effettivamente è facile non comprendersi... per cui ti ciedo scusa nel caso in cui ti abbia dato un impressione sbagliata.. probbilmente ci conosceremo di persona e potremmo tranquillamente fare una bella chiacchierata..
Probabilmente la tua prima affermazione era sarcastica... comunque nel caso non lo fosse... sto aspettando con impazienza sviluppi sul tuning perchè ho delle modifiche da effettuare sulla mia auto e cerco di tenermi informato...
Bla-ciao
avatar
EnergyHide°
FOFISTA IN RODAGGIO
FOFISTA IN RODAGGIO

Numero di messaggi : 24
Località : Olbia
Data d'iscrizione : 18.03.09

http://ilportaledellameccan.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: TRASFORMAZIONE RADICALE IMPIANTO FRENANTE

Messaggio Da AKRO il Lun Apr 20, 2009 8:16 pm

EnergyHide° ha scritto:
AKRO ha scritto:energy sei ben informato riguardo la milleproroghe Smile sei per caso iscritto al comitato-tuning?

a me non piace fare post kilometrici, e questo ha causato le nostre incomprensioni. forse un giorno troverò la voglia di scrivere piu delle solite 2 righe e ci capiremo Smile
Devi scusare la mia logorroicità.. effettivamente è facile non comprendersi... per cui ti ciedo scusa nel caso in cui ti abbia dato un impressione sbagliata.. probbilmente ci conosceremo di persona e potremmo tranquillamente fare una bella chiacchierata..
Probabilmente la tua prima affermazione era sarcastica... comunque nel caso non lo fosse... sto aspettando con impazienza sviluppi sul tuning perchè ho delle modifiche da effettuare sulla mia auto e cerco di tenermi informato...
Bla-ciao
intendevo il forum del comitato tuning, promotore del decreto bersani prima e del disegno di legge minasso-lulli ora
avatar
AKRO
FOFISTA TRICICLO
FOFISTA TRICICLO

Numero di messaggi : 123
Età : 33
Località : Elmas
Data d'iscrizione : 13.03.09

Torna in alto Andare in basso

Re: TRASFORMAZIONE RADICALE IMPIANTO FRENANTE

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum